Corporis animique Le ricette di una visionaria

Corporis animique

Le ricette di una visionaria

Anteprima Scarica anteprima
Flaminio e Lia De Martin sono una coppia davvero straordinaria; insieme da una vita, insieme sono anche riusciti a far diventare la loro casa, a Santa Maria di Feletto, sugli ondulati e incantati pendii delle colline trevigiane, un ritrovo agognato dalle menti più lucide e insieme visionarie della seconda metà del Novecento e dei primi decenni del Ventunesimo secolo. Scrittori, poeti, pittori, filosofi, critici d’arte, registi e attori, ma anche cantanti e personaggi televisivi si sono avvicendati tra le calde e rassicuranti mura della casa colonica dei De Martin, dando vita a un vero e proprio cenacolo culturale, bagnato dall’ottimo vino di quelle terre e arricchito dai cibi non meno visionari e seducenti preparati negli anni da Lia, ispirandosi ogni volta alle diverse personalità dei suoi ospiti.

Dettagli libro

Sull'autore

Lia De Martin

Lia Rizzetto (1931), da una famiglia di commercianti che le ha trasmetto lo spirito combattivo e determinato di chi è abituato a vivere a contatto con le persone e a volgere le loro azioni in una prospettiva positiva. Nell’Italia della ricostruzione, insieme a Flaminio De Martin, sposato nel 1955, si prodiga in una serie di attività di piccolo commercio nelle quali può esprimere la sua attitudine a perfezionare quanto è nella sua sfera di interesse. Tra le tante attività intraprese va menzionata l’arte culinaria a favore della cerchia di amici che periodicamente si ritrovavano “chez De Martin” e in particolare nella riproposizione di ricette della cucina veneta tradizionale. Dove dà il meglio di sé stessa è nella gestione delle relazioni personali che la vede organizzatrice di incontri culturali e conviviali che via via si allargano a personalità di arti e mestieri di livello nazionale, tanto da far diventare la sua casa punto di ritrovo privilegiato di artisti, scrittori, uomini di cultura ed amanti del lieto vivere.